Highlights
(Feb 18, 2018)
Il rapporto tra Polizia di Stato e giovani diventa “smart” con “YOU POL”, l’app per segnalare in tempo reale al 113 episodi di bullismo e di spaccio di stupefacenti. Read more...
   |    (Nov 06, 2017)
Forti delle recenti e trascorse esperienze formative sulla comunicazione tenute presso il Centro Studi CISL di Firenze che hanno riscontrato un elevato indice di gradimento tra i partecipanti, come già anticipato per le vie brevi, viene confermato il Seminario formativo che si terrà il 14 novembre 2017. Read more...
   |    (Giu 14, 2017)
Via il sovrapprezzo su sms, chiamate e navigazione sul web. Viaggiare in Europa o stare a casa da questo punto di vista non avrà differenze. Da giovedì 15 giugno sarà così per l’addio ai sovrapprezzi legati al roaming . Read more...
   |    (Feb 05, 2017)
Le principali novità contenute nel modello REDDITI/2017 e approvato definitivamente il 31 gennaio 2017 con Provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate, sono le seguenti: Read more...
   |    (Mar 08, 2016)
Dal 1986 sono diventate oltre 14 mila le poliziotte italiane, impegnate in prima linea nella prevenzione dei reati in genere e nel contrasto alla criminalità comune ed organizzata. Read more...
   |   

Che le donne e gli uomini della Polizia di Stato siano destinati a dover convivere con l’idea di essere considerati poco o niente è ormai fatto acclarato ma c’è un limite oltre il quale la scarsa considerazione sfocia in indecenza e mancanza di rispetto umano (anche se avverso i “poliziotti” sovente considerati ben al di sotto di qualsiasi altro genere vivente!).

E’ il caso del complesso immobiliare “Il Magnifico”, una struttura in cui notoriamente tutto è fatiscente ma che adesso ha raggiunto livelli inaccettabili a cui – pare – nessuno vuole porre rimedio.

Infatti, in quella struttura in cui alloggiano oltre 600 “persone”, che comporta la corresponsione di un canone di affitto (per quanto è dato sapere) di circa 3,5 milioni di euro annui, per la quale nell’anno corrente è stato rinnovato il contratto di locazione per una durata di ulteriori 6 anni ed in cui – pur essendo una struttura di 8 piani – su 15 ascensori solo uno è funzionante, da oltre 5 mesi non viene erogata acqua calda e le centinaia di persone che ivi alloggiano sono costrette a lavarsi esclusivamente con acqua fredda.

Il SIULP Fiorentino, da mesi e in innumerevoli circostanze ha formalmente evidenziato il problema ma – a parte le consuete dichiarazioni di intenti – niente pare muoversi e nonostante l’arrivo della stagione fredda il danno continua a non essere riparato. La soluzione definitiva del problema, con il ripristino dell’impianto, avrebbe un costo al massimo di circa 25mila euro ma, se da una parte si è rinnovato un contratto di locazione a 3,5 milioni di euro annui, dall’altra non si trovano 25mila euro per rendere vivibile quella struttura (che potrebbero addirittura essere a carico della proprietà!!).

Tale assurda situazione evidenzia quanto menefreghismo ci sia nei confronti di donne ed uomini che dedicano la propria vita alla tutela della vita altrui ma – il SIULP Fiorentino ne è certo – se il problema avesse riguardato qualche autorevole personalità sarebbe stato risolto in un batter d’occhio.

Per quanto sopra, indignato per la noncuranza, la superficialità e l’assoluta mancanza di rispetto con cui vengono trattate centinaia di “persone”, il SIULP Fiorentino fa appello al Prefetto di Firenze affinché intervenga celermente e ponga fine a questa situazione al limite tra il cavernicolo ed il surreale.

In mancanza di una tempestiva risoluzione il SIULP preannuncia che ricorrerà a iniziative eclatanti, finanche ad attivare collette tra i cittadini ed a manifestazioni con Poliziotti “in accappatoio” alla ricerca di qualche “anima buona” che offra loro una doccia calda.

Firenze, lì 19 ottobre 2015                           La Segreteria Provinciale SIULP Firenze

Chi è online

Abbiamo 116 visitatori e nessun utente online

Convenzioni

Convenzioni Siulp

modello 730

futura vacanze

Fondazione Sicurezza e Libertà

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie