Highlights
(Feb 18, 2018)
Il rapporto tra Polizia di Stato e giovani diventa “smart” con “YOU POL”, l’app per segnalare in tempo reale al 113 episodi di bullismo e di spaccio di stupefacenti. Read more...
   |    (Nov 06, 2017)
Forti delle recenti e trascorse esperienze formative sulla comunicazione tenute presso il Centro Studi CISL di Firenze che hanno riscontrato un elevato indice di gradimento tra i partecipanti, come già anticipato per le vie brevi, viene confermato il Seminario formativo che si terrà il 14 novembre 2017. Read more...
   |    (Giu 14, 2017)
Via il sovrapprezzo su sms, chiamate e navigazione sul web. Viaggiare in Europa o stare a casa da questo punto di vista non avrà differenze. Da giovedì 15 giugno sarà così per l’addio ai sovrapprezzi legati al roaming . Read more...
   |    (Feb 05, 2017)
Le principali novità contenute nel modello REDDITI/2017 e approvato definitivamente il 31 gennaio 2017 con Provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate, sono le seguenti: Read more...
   |    (Mar 08, 2016)
Dal 1986 sono diventate oltre 14 mila le poliziotte italiane, impegnate in prima linea nella prevenzione dei reati in genere e nel contrasto alla criminalità comune ed organizzata. Read more...
   |   

Dopo il tragico episodio che ha visto il nostro collega ed associato Mario Vece restare ferito in maniera gravissima a seguito dell'esplosione di un ordigno posto in una libreria riconducibile a casa pound, il Siulp firenze ha aperto un conto corrente presso la banca Unicredit di Firenze,

identificato con la causale "Per Mario",(Iban: IT38B0200802829000104589397) affinché possa essere avviata una raccolta di risorse economiche da destinare alle costosissime cure cui Mario dovrà essere sottoposto a seguito della perdita della mano ed alla compromissione quasi totale dell'occhio destro.

È questa una risposta anche alle centinaia di cittadini, di aziende e di colleghi che hanno chiesto di potersi attivare a favore di Mario per aiutare la famiglia in questo momento molto delicato.

Inoltre, attraverso il Prof. Annetta Massimiliano, legale fiduciario del Siulp, è stata presentata la richiesta di costituzione di parte civile, sia per la famiglia di Mario che per il Siulp Firenze, nel processo che ci auguriamo possa tenersi dopo che saranno assicurati alla giustizia gli autori di questo gesto folle, vile e criminale.

Il Siulp, infine, al fine di evitare qualsiasi polemica che in questo modo fomenta solo sentimenti di odio nei confronti delle forze di polizia e della Polizia di Stato in particolare, ha dato mandato al Prof. Annetta di perseguire legalmente tutti coloro che diffamino gratuitamente il nostro collega che, ricordiamo ancora una volta, ha pagato un prezzo altissimo per garantire la sicurezza della collettività.

Firenze, 09 gennaio 2017          Il Segretario Generale Antonio LANZILLI

 

Firenze, 9 gennaio 2017 - Una "gara di solidarietà" per Mario Vece, l'artificiere della polizia rimasto gravemente ferito nella notte di Capodanno da un ordigno sistemano davanti alla libreria "Il Bargello", a Firenze, legata a Casa Pound. E' l'iniziativa lanciata dal Siulp Firenze - "Per Mario" presso la banca Unicredit, iban IT38B0200802829000104589397- e presentata nello studio dell'avvocato Massimiliano Annetta da Antonio Lanzilli, il segretario generale del sindacato di polizia.

"Nessuno sa una cosa: un poliziotto che nell'adempimento del proprio dovere perde una mano e un occhio, non ha nessuna polizza assicurativa che lo copra anche economicamente. Nel caso di Mario - spiega il segretario - non c'è copertura rispetto al decorso post operatorio a cui sarà sottoposto, penso per esempio alla protesi o alle cure costosissime che dovrà affrontare".

Per questo come Siulp "appena si aprirà il confronto con il governo sul contratto di lavoro delle forze di polizia chiederemo - sottolinea Lanzilli- che sia inserita una polizza assicurativa cosi' da poter supportare gli agenti feriti o menomati in servizio".

Il punto, aggiunge, è che "per infortuni come quello di Mario, non c'è una previsione di spesa", con le istituzioni "che ci dicono sempre la stessa cosa, mancano i soldi".

Non solo, prosegue, "in alcune regioni gli agenti devono pure pagare il ticket al pronto soccorso se si sono fatti male in servizio, un po' come fossero partite Iva. Per fortuna, grazie all'intervento del presidente della Regione Enrico Rossi, non è cosi' in Toscana".

Con l'apertura del conto corrente "Per Mario", inoltre, "abbiamo risposto anche alle centinaia di cittadini, di aziende, di colleghi che hanno chiesto di potersi attivare in favore dell'artificiere".

Per quanto riguarda le condizioni dell'artificiere, il segretaio provinciale del Siulp ha detto: "È vigile e parla già da qualche giorno. Sono stato a trovarlo, e devo dire che per quello che gli è successo il suo morale è buono, sta affrontando quello che gli è accaduto nel migliore dei modi".

L'agente, ricoverato nel reparto di terapia intensiva del Cto di Careggi, ha perso la mano sinistra e ha riportato gravi danni all'occhio destro, sulla cui funzionalità al momento non è possibile effettuare una valutazione.

Nel pomeriggio sarà sottoposto a un nuovo intervento, un'operazione di chirurgia maxillofacciale per la ricostruzione di una parte dell'osso orbitale.

Sia la famiglia di Mario Vece che il Siulp si sono costituiti parte civile nel "processo che ci auguriamo possa tenersi dopo che saranno assicurati alla giustizia gli autori di questo gesto folle, vile e criminale". Lo hanno detto l'avvocato Massimiliano Annetta e Antonio Lanzilli, il segretario generale del sindacato di polizia. Fonte "La Nazione" 

Chi è online

Abbiamo 171 visitatori e nessun utente online

Convenzioni

Convenzioni Siulp

modello 730

futura vacanze

Fondazione Sicurezza e Libertà

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie