Highlights
(Lug 05, 2018)
Il capo polizia Franco Gabrielli ha presentato la nuova applicazione per smartphone che consente ai poliziotti, anche liberi dal servizio, di poter contattare direttamente la sala operativa. Read more...
   |    (Mag 18, 2018)
Risulta a questa O.S. che nel territorio nazionale detto cumulo di indennità sia regolarmente riconosciuto al personale in organico a taluni Compartimenti che si trova ad operare in condizioni che vedono coniugate le esigenze di ordine e pubblica sicurezza (nel rispetto di tutte le condizioni necessarie al riconoscimento dell’emolumento) con quelle di vigilanza scalo. Read more...
   |    (Feb 18, 2018)
Il rapporto tra Polizia di Stato e giovani diventa “smart” con “YOU POL”, l’app per segnalare in tempo reale al 113 episodi di bullismo e di spaccio di stupefacenti. Read more...
   |    (Nov 06, 2017)
Forti delle recenti e trascorse esperienze formative sulla comunicazione tenute presso il Centro Studi CISL di Firenze che hanno riscontrato un elevato indice di gradimento tra i partecipanti, come già anticipato per le vie brevi, viene confermato il Seminario formativo che si terrà il 14 novembre 2017. Read more...
   |    (Giu 14, 2017)
Via il sovrapprezzo su sms, chiamate e navigazione sul web. Viaggiare in Europa o stare a casa da questo punto di vista non avrà differenze. Da giovedì 15 giugno sarà così per l’addio ai sovrapprezzi legati al roaming . Read more...
   |   

Non vi sono dubbi interpretativi, dal combinato delle norme, che al personale debbano essere forniti alloggi DECOROSI presso le strutture dell’Amministrazione.

Oggetto:    - Commissariato di Forte dei Marmi  

                  - alloggi di servizio per il personale aggregato per il periodo estivo

 

             Al Signor Questore                                                 Lucca

Al Signor Dirigente il Commissariato                   Forte dei Marmi  

Al medico della Polizia di Stato dr. Dazzi             Lucca

Alla Segreteria Regionale     SIULPCalabria      Reggio Calabria

Alla Segreteria Regionale     SIULP Toscana       Firenze

Alla Segreteria nazionale     SIULP                       Roma

 

Egregio signor Questore anche nella sua qualità di datore di lavoro e quindi responsabile della sicurezza sul posto di lavoro come indicato dal D.Lgs. 81/08, debbo rivolgermi al Lei per la soluzione del problema in oggetto indicato .

Come Le sarà sicuramente noto, in data odierna è giunto in Versilia il personale  aggregato per il periodo estivo 2011 ed in particolare sono giunti 6 operatori della Polizia di Stato provenienti dal Nucleo Prevenzione Crimine della Calabria che sono stati destinati al servizio al Commissariato di Forte dei Marmi.

Tale personale, giunto nella serata odierna, si è visto “accasermare “ negli alloggi di servizio del Commissariato fortemarmino,  ripristinati in gran fretta, per l’occasione .

I colleghi in questione , purtroppo, si sono dovuti accorgere sulla propria pelle che i “ lavori di adeguamento “ sulle “ camerate”, nonostante le buone intenzioni, non aveva permesso di trasformare gli alloggi facendoli divenire decorosi ed accoglienti per il personale che li avrebbe dovuti occupare .

  1. La mancanza di condizionatori d’aria in una situazione di caldo eccezionale come deve essere considerata  quella media degli ultimi anni,  con picchi di gran lunga superiori alla media di tutto il secolo precedente e con  un alto tasso di umidità media che aumenta di gran lunga la percezione della “calura” e dell’afa ;

 

  1. l’impossibilità di tenere aperte le finestre durante la notte in quanto, essendo Forte dei Marmi giustamente famosa per essere una ridente cittadina inserita in un bellissimo verde, tali piante portano, invariabilmente, all’assalto notturno di zanzare ed altri insetti ;

 

  1. l’utilizzo di tali locali solo per questo periodo dell’anno che , nonostante la recente tinteggiatura “ puzzano “ di chiuso ,ed in parte di muffa ;

 

  1. L’assoluta carenza degli impianti igienici previsti per il personale aggregato, che data la natura dell’impegno lavorativo che è chiamato a svolgere, spesso viene utilizzato nello stesso quadrante 

 

Questi solo alcuni degli aspetti della situazione che rendono sicuramente la scelta alloggiativa fatta dall’Amministrazione non salutare e non decorosa per il personale aggregato .

In tal senso  si richiamano due normative cardine del rapporto di lavoro all’interno della Polizia di Stato :

 

  1. Il contratto di lavoro vigente

                        che all’art. 13 prevede

Trattamento di missione

1. OMISSIS

2. Al personale inviato in missione compete, il rimborso del biglietto di 1ª classe, relativo al trasporto ferroviario o marittimo, nonché il rimborso del vagone letto a comparto singolo o della cabina, in alternativa al pernottamento fuori sede. In caso di pernottamento compete il rimborso delle spese dell'albergo fino alla prima categoria con esclusione di quelle di lusso.

3. Al personale che pernotta presso alberghi non convenzionati sono rimborsate le spese di pernottamento in misura pari alla tariffa media degli alberghi convenzionati ubicati nella stessa sede. Nei limiti previsti dalla vigente normativa, qualora nella sede di missione non esistano alberghi convenzionati l'Amministrazione rimborsa la spesa effettivamente sostenuta.

 

4. Le disposizioni di cui all'articolo 6, comma 4, del decreto del Presidente della Repubblica 16

marzo 1999, n. 254 si applicano anche a missioni di durata non inferiore a quindici giorni ed anche

in caso di invio in missione non connessa con particolari attività di servizio di carattere operativo e

che coinvolga anche una singola unità di personale.

5.   OMISSIS

7.   OMISSIS

9.   OMISSIS

10. OMISSIS

12. OMISSIS

13. OMISSIS

14. OMISSIS

15. OMISSIS.

16. OMISSIS

 

  1. L’Accordo Nazionale Quadro

che all’art. 22 prevede :

CRITERI DI IDONEITÁ DEGLI ALLOGGI DI SERVIZIO PER IL PERSONALE IN MISSIONE.

 

1. Il personale della Polizia di Stato comandato in servizio di missione ha diritto ad una decorosa sistemazione alloggiativa presso le strutture dell’Amministrazione.

2. Ai fini di cui sopra, in applicazione dell’articolo 24, comma 5, lettera d), del D.P.R. n. 164/2002, l’adeguatezza della sistemazione alloggiativa è determinata in base a criteri di valutazione che fissano gli standard minimi strutturali e di arredo degli alloggi.

3. Entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore del presente Accordo è istituita, presso la Direzione centrale per gli affari generali della Polizia di Stato, una Commissione competente a formulare proposte per l’individuazione dei criteri di cui al comma 2, alla quale sono chiamati a far parte rappresentanti degli Uffici e delle Direzioni Centrale interessate e rappresentanti delle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative e firmatarie del presente Accordo.

 

Non vi sono dubbi interpretativi, dal combinato delle norme che al personale debbano essere forniti alloggi DECOROSI presso le strutture dell’Amministrazione  e che, laddove il personale  alloggi in strutture alberghiere, queste possano essere di prima categoria ( escluso il lusso) e che, dove manchino strutture convenzionate l’Amministrazione autorizzi la spesa pari alla tariffa degli alberghi della zona .

Due concetti:

 - il diritto degli Operatori di Polizia in missione a pernottare  in alberghi di Prima categoria

- che le strutture dell’Amministrazione siano DECOROSE, sia negli arredi che nella possibilità di fruire di un riposo degno di questo nome .

Purtroppo, in questo caso le strutture, per i motivi sopra detti, non sono affatto decorose e la loro qualità è lontanissima da quegli alberghi della zona di Forte dei Marmi. 

Tale situazione, di fatto, impedisce ai colleghi di riposare in maniera giusta e quindi mina la possibilità di effettuare il proprio servizio e determina situazioni di malessere, anche fisico,quali spossatezza e mancamenti

Proprio in relazione a tale situazione questo sindacato  si vede costretto a diffidarla a mettere in atto tutti quei necessari accorgimenti volti a ripristinare la legalità intesa  come precisa applicazione delle Leggi , rendere sicuro e salubre l’ambiente di lavoro

Questa O.S. chiedendole di intervenire presso l’Amministrazione Centrale per la soluzione della problematica vedendosi, peraltro  e suo malgrado, costretta a ritenerla responsabile di ogni eventuale   danno fisico a  carico del personale di Polizia provocato dall’”Accasermamento“ in locali  non idonei, non potendo escludere , da parte di questa O.S., il  ricorso allo stato di agitazione a causa della portata della problematica   

 Il medico è pregato di voler effettuare sopralluoghi presso gli uffici del Commissariato di Forte dei Marmi  per verificare l’insalubrità in cui sono costretti ad operare  i lavoratori di quella struttura

La Segreteria Nazionale SIULP, per la quale si richiamano conversazioni telefoniche con il Segretario nazionale Antonio Lanzilli,  è pregata d intervenire a livello centrale per la soluzione del problema

Con l’occasione  si inviano cordialità. 

Viareggio, 1 luglio 2011                                             Il Segretario generale Provinciale

                                                                                   Lucio Chelotti 

Chi è online

Abbiamo 95 visitatori e nessun utente online

Convenzioni

Convenzioni Siulp

modello 730

futura vacanze

Fondazione Sicurezza e Libertà

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie