Highlights
(Mag 18, 2018)
Risulta a questa O.S. che nel territorio nazionale detto cumulo di indennità sia regolarmente riconosciuto al personale in organico a taluni Compartimenti che si trova ad operare in condizioni che vedono coniugate le esigenze di ordine e pubblica sicurezza (nel rispetto di tutte le condizioni necessarie al riconoscimento dell’emolumento) con quelle di vigilanza scalo. Read more...
   |    (Feb 18, 2018)
Il rapporto tra Polizia di Stato e giovani diventa “smart” con “YOU POL”, l’app per segnalare in tempo reale al 113 episodi di bullismo e di spaccio di stupefacenti. Read more...
   |    (Nov 06, 2017)
Forti delle recenti e trascorse esperienze formative sulla comunicazione tenute presso il Centro Studi CISL di Firenze che hanno riscontrato un elevato indice di gradimento tra i partecipanti, come già anticipato per le vie brevi, viene confermato il Seminario formativo che si terrà il 14 novembre 2017. Read more...
   |    (Giu 14, 2017)
Via il sovrapprezzo su sms, chiamate e navigazione sul web. Viaggiare in Europa o stare a casa da questo punto di vista non avrà differenze. Da giovedì 15 giugno sarà così per l’addio ai sovrapprezzi legati al roaming . Read more...
   |    (Feb 05, 2017)
Le principali novità contenute nel modello REDDITI/2017 e approvato definitivamente il 31 gennaio 2017 con Provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate, sono le seguenti: Read more...
   |   

Poche risorse, la Polizia protesta e sei Sindacati di mobilitano: il sistema è al collasso! Il Comparto Sicurezza si trova in una situazione drammatica, nonostante le condizioni lavorative

e il disagio professionale dei poliziotti stiano raggiungendo livelli sempre più insostenibili (contesti operativi sempre più difficili, con mezzi obsoleti e manutenzioni pressoché inesistenti, mancanza di capi di vestiario, strutture fatiscenti e sporche ecc…..la nuova Questura è sempre più una chimera!!!!.....come finirà…..!), si continua a mortificare un’intera categoria con il blocco degli stipendi e scatti d’anzianità che durano da troppi anni, impoverendo un’intera categoria di lavoratori.

A rischio, OGGI, c’è, la copertura dei servizi di ordine e sicurezza pubblica durante gli eventi sportivi…… uno dei pochi argomenti che ci rimane per protestare e sperare di essere ascoltati ….è quello di revocare, con effetto immediato, gli accordi in deroga stipulati in passato con i vertici della Questura.

Questi permettevano , al fine di sopperire alla mancanza cronica di personale, l’impiego di poliziotti nei servizi di ordine pubblico con orari difformi ed anomali che comportavano grossi sacrifici personali e familiari.

PER CHIARIRE MEGLIO LE MOTIVAZIONI DELLA NOSTRA PROTESTA “CI TENIAMO A PRECISARE CHE:

• Noi non abbiamo richiesto alcun aumento stipendiale attraverso il rinnovo dei contratti, in considerazione della scelta, non condivisa, di procrastinare tutti i rinnovi contrattuali dei lavoratori pubblici a causa dei problemi di ordine finanziario nonostante la nostra specificità lavorativa, ma la rimozione del tetto salariale”.

Il tetto salariale è quell’infernale meccanismo per cui ciascuno non può guadagnare più di quanto guadagnava nel 2010. Cioè, in sintesi, se una persona è stata promossa, ha assunto nuove funzioni ed è stata trasferita in un’altra città (evento ordinario nella nostra realtà), verrà comunque retribuita come nella mansione inferiore con tagli della retribuzione dell’ordine del 10-20%. Se è stata promossa due volte in cinque anni, verrà penalizzata due volte, se non è interessata da promozioni va esente da conseguenze.

Nel nostro mondo le tempistiche e le procedure di promozione sono fissate dalla legge, non esiste alcuna contrattazione integrativa che le possa influenzare. Per tutto questo, per molto altro e per il silenzio della nostra Amministrazione, noi diciamo BASTA!

Per quello che ci riguarda, è ora di dare il nostro messaggio forte e chiaro al Dipartimento e pertanto, anche nella provincia di Pistoia, come è già in corso in altri capoluoghi, finché non riceveremo risposte rapide ed esaustive, quale forma di protesta incisiva a carattere nazionale, le scriventi Organizzazioni Sindacali in maniera rigida NON concederanno più, con effetto immediato:

• le deroghe di orario relative all’ordine pubblico (stadio, basket ecc…).

Inoltre, a far data da lunedì 8 Settembre 2014, le scriventi sigle sindacali NON parteciperanno ai lavori delle Commissioni Paritetiche e di Disciplina.

Sappiamo bene che si tratta di una decisione grave, ma è assolutamente necessaria ed è in linea con la gravità della situazione. Essa rappresenta solo il primo passo di una nuova e più incisiva fase di lotta sindacale ad oltranza anche in risposta alle dichiarazioni fatte dal Ministro M. Madia che annunciano il protrarsi del blocco dei contratti per il pubblico impiego.

TUTTE LE SCRIVENTI OO.SS. NON FARANNO MANCARE IL PROPRIO CONTRIBUTO A TUTTE LE INIZIATIVE NAZIONALI A TUTELA DEGLI INTERESSI DELLA CATEGORIA

Nel ringraziarVi per l’attenzione dedicataci, Vi porgiamo i nostri più cordiali saluti.

Pistoia: 6 settembre 2014

COISP - SIULP - SIAP - CONSAP - SILP CGIL - UGL

Chi è online

Abbiamo 138 visitatori e nessun utente online

Convenzioni

Convenzioni Siulp

modello 730

futura vacanze

Fondazione Sicurezza e Libertà

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie