Highlights
(Lug 05, 2018)
Il capo polizia Franco Gabrielli ha presentato la nuova applicazione per smartphone che consente ai poliziotti, anche liberi dal servizio, di poter contattare direttamente la sala operativa. Read more...
   |    (Mag 18, 2018)
Risulta a questa O.S. che nel territorio nazionale detto cumulo di indennità sia regolarmente riconosciuto al personale in organico a taluni Compartimenti che si trova ad operare in condizioni che vedono coniugate le esigenze di ordine e pubblica sicurezza (nel rispetto di tutte le condizioni necessarie al riconoscimento dell’emolumento) con quelle di vigilanza scalo. Read more...
   |    (Feb 18, 2018)
Il rapporto tra Polizia di Stato e giovani diventa “smart” con “YOU POL”, l’app per segnalare in tempo reale al 113 episodi di bullismo e di spaccio di stupefacenti. Read more...
   |    (Nov 06, 2017)
Forti delle recenti e trascorse esperienze formative sulla comunicazione tenute presso il Centro Studi CISL di Firenze che hanno riscontrato un elevato indice di gradimento tra i partecipanti, come già anticipato per le vie brevi, viene confermato il Seminario formativo che si terrà il 14 novembre 2017. Read more...
   |    (Giu 14, 2017)
Via il sovrapprezzo su sms, chiamate e navigazione sul web. Viaggiare in Europa o stare a casa da questo punto di vista non avrà differenze. Da giovedì 15 giugno sarà così per l’addio ai sovrapprezzi legati al roaming . Read more...
   |   

Un nostro affezionato lettore ci chiede se si possa andare in pensione con meno di quindici anni di contributi e in base a quali regole.

Ovviamente la risposta va fornita sulla base dell’ordinamento pensionistico generale. In seguito all'entrata in vigore dell'art. 24 L. n. 214/2011, cd. Legge Fornero, il diritto alla pensione di vecchiaia, erogabile al raggiungimento dell’età prevista, è subordinato alla presenza di un'anzianità contributiva minima pari a 20 anni.

In deroga a tale previsione, tuttavia, fermo restando il perfezionamento dell'età anagrafica prevista per la generalità dei lavoratori, possono ancora beneficiare del requisito minimo contributivo quindicennale, ai sensi dell'art. 2 c. 3, d.lgs. n. 503/1992, cd. Legge Amato, le categorie di lavoratori che al 31 dicembre 1992:

  • abbiano versato 15 anni di contributi: a tal fine, sono utili tutti i contributi (siano essi di natura obbligatoria, figurativa, volontaria, da riscatto e da ricongiunzione);
  • siano stati ammessi alla prosecuzione volontaria: mentre è necessario che la decorrenza dell'autorizzazione alla prosecuzione volontaria si collochi entro la data del 26 dicembre 1992, non è invece richiesto che l'assicurato abbia altresì effettuato versamenti prima di tale data;
  • possano far valere un periodo di assicurazione e di contribuzione inferiore ai 15 anni previsti dalla previgente normativa: si tratta dei dipendenti per i quali il numero dei contributi richiesti è pari alla somma delle settimane di contribuzione maturate fino al 31 dicembre 1992 e delle settimane di calendario comprese tra il 1° gennaio 1993 e la fine del mese di compimento dell'età pensionabile.

La cd. deroga Amato, inoltre, è applicabile anche ai lavoratori dipendenti in grado di far valere un'anzianità assicurativa di almeno 25 anni, occupati per almeno 10 anni per periodi di durata inferiore a 52 settimane nell'anno solare. In tal caso, il requisito cumulativo dell'anzianità assicurativa e della discontinuità lavorativa può essere maturato anche successivamente al 31 dicembre 1992.

Un'ulteriore deroga in favore dei cd. quindicennari è rappresentata dalla cd. opzione contributiva Dini di cui all'art. 1 c. 23 L. n. 335/1995 che prevede, per l'appunto, il passaggio della liquidazione della pensione al sistema contributivo. L'esercizio dell'opzione è riservato a coloro che abbiano almeno 15 anni di contribuzione, di cui almeno 5 maturati successivamente al 31 dicembre 1995, ma non abbiano già maturato 18 anni di contribuzione alla medesima data.

Anche in questo caso, la possibilità di accedere alla pensione di vecchiaia con soli 15 anni di contribuzione accreditata è subordinata al raggiungimento dell'età pensionabile. In caso di pensione di vecchiaia contributiva, inoltre, il requisito contributivo minimo può essere abbassato a soli 5 anni a fronte dell'innalzamento di quello anagrafico a 70 anni e 7 mesi d'età.

Roma, 14 agosto 2017            La Segreteria Nazionale

Chi è online

Abbiamo 25 visitatori e nessun utente online

Convenzioni

Convenzioni Siulp

modello 730

futura vacanze

Fondazione Sicurezza e Libertà

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie