Highlights
(Nov 06, 2017)
Forti delle recenti e trascorse esperienze formative sulla comunicazione tenute presso il Centro Studi CISL di Firenze che hanno riscontrato un elevato indice di gradimento tra i partecipanti, come già anticipato per le vie brevi, viene confermato il Seminario formativo che si terrà il 14 novembre 2017. Read more...
   |    (Giu 14, 2017)
Via il sovrapprezzo su sms, chiamate e navigazione sul web. Viaggiare in Europa o stare a casa da questo punto di vista non avrà differenze. Da giovedì 15 giugno sarà così per l’addio ai sovrapprezzi legati al roaming . Read more...
   |    (Feb 05, 2017)
Le principali novità contenute nel modello REDDITI/2017 e approvato definitivamente il 31 gennaio 2017 con Provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate, sono le seguenti: Read more...
   |    (Mar 08, 2016)
Dal 1986 sono diventate oltre 14 mila le poliziotte italiane, impegnate in prima linea nella prevenzione dei reati in genere e nel contrasto alla criminalità comune ed organizzata. Read more...
   |    (Feb 27, 2016)
Finalmente un chiarimento della Direzione Centrale per le Risorse Umane,  ineccepibile nel merito, richiama all'ordine tutti quei dirigenti, autoproclamati filosofi del diritto, che hanno interpretato la normativa nella maniera più sfavorevole al personale. Read more...
   |   

Alcuni nostri lettori ci chiedono chiarimenti in merito al termine previsto dall’14, co. 4, D.P.R. 29 dicembre 2001, n. 461, per la proposizione dell’istanza di aggravamento della menomazione già riconosciuta dipendente da causa di servizio.

L’istanza di aggravamento della menomazione riconosciuta e di revisione dell'equo indennizzo già concesso può essere prodotta, per una sola volta, nel termine di cinque anni dalla data di comunicazione del provvedimento di riconoscimento della dipendenza da causa di servizio e di concessione dell’equo indennizzo.

Il Consiglio di Stato si è più volte occupato di problemi connessi all’applicazione della normativa che trova la sua fonte nell’art. 14, co. 4, D.P.R. 29 dicembre 2001, n. 461.

In primis l’alto consesso ha affermato la natura perentoria e non sollecitatoria né ordinatoria del termine quinquennale, prescritto, secondo un orientamento interpretativo dal quale non si è mai discostato (cfr. 24/01/2013 n. 2299/2012 Definitivo 2 Adunanza di Sezione 21/11/2012 Numero 00252/2013 e data 24/01/2013).

L’art. 14, D.P.R. n. 461 del 2001 prevede un termine che ha natura decadenziale, consistendo in una valutazione ope legis di una delle condizioni necessarie per l'accertamento dell'intervenuto aggravamento delle infermità contratte per causa di servizio, essendo diretto a realizzare la superiore esigenza di certezza delle situazioni giuridiche, con l’effetto che non possono ricevere tutela gli aggravamenti delle menomazioni dell’integrità fisica, che si verifichino oltre il termine suddetto, al di là della consapevolezza o meno dell’infermità da parte dell’interessato (ex multis, Adunanza II Sezione del 21 novembre 2012 nr. Affare 02299/2012 -Cons. Stato, sez. III, 3 marzo 2009, n. 499; Id., sez. IV, 6 maggio 2008, n. 2044; Id., 22 ottobre 2004, n. 6954; Id., sez. V, 3 giugno 2002, n. 3048; Id., sez. VI, 27 gennaio 1999, n. 79).

Roma, 7 febbraio 2013             La Segreteria Nazionale

Chi è online

Abbiamo 37 visitatori e nessun utente online

Convenzioni

Convenzioni Siulp

modello 730

futura vacanze

Fondazione Sicurezza e Libertà

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie