Highlights
(Feb 18, 2018)
Il rapporto tra Polizia di Stato e giovani diventa “smart” con “YOU POL”, l’app per segnalare in tempo reale al 113 episodi di bullismo e di spaccio di stupefacenti. Read more...
   |    (Nov 06, 2017)
Forti delle recenti e trascorse esperienze formative sulla comunicazione tenute presso il Centro Studi CISL di Firenze che hanno riscontrato un elevato indice di gradimento tra i partecipanti, come già anticipato per le vie brevi, viene confermato il Seminario formativo che si terrà il 14 novembre 2017. Read more...
   |    (Giu 14, 2017)
Via il sovrapprezzo su sms, chiamate e navigazione sul web. Viaggiare in Europa o stare a casa da questo punto di vista non avrà differenze. Da giovedì 15 giugno sarà così per l’addio ai sovrapprezzi legati al roaming . Read more...
   |    (Feb 05, 2017)
Le principali novità contenute nel modello REDDITI/2017 e approvato definitivamente il 31 gennaio 2017 con Provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate, sono le seguenti: Read more...
   |    (Mar 08, 2016)
Dal 1986 sono diventate oltre 14 mila le poliziotte italiane, impegnate in prima linea nella prevenzione dei reati in genere e nel contrasto alla criminalità comune ed organizzata. Read more...
   |   

Esprimo plauso e ringraziamenti ai Colleghi della Questura di Firenze e dell’antiterrorismo nazionale per la professionalità, la sagacia e la tenacia con cui hanno condotto le indagini che hanno portato all’arresto di otto esponenti del mondo anarco-insurrezionalista

dei quali, 3 responsabili di un attentato ai danni di una caserma dei Carabinieri e 5 del vile e micidiale attentato attuato nella notte di questo capodanno che non ha causato morti di innocenti solo grazie allo spirito di totale abnegazione di Mario VECE, artificiere della Polizia di Stato, che per disinnescare l’ordigno ha pagato un caro prezzo poiché ha perso luna mano e un occhio.

Le indagini che si sono concluse con l’arresto di questi 8 soggetti, arresto possibile grazie anche a nuove tecniche basate sull’individuazione del DNA che attribuisce specifiche responsabilità a chi materialmente a confezionato l’ordigno, per le modalità e la celerità pur nella complessità degli ambienti nei quali si sono svolte, sono la dimostrazione che la Polizia di Stato e le Forze dell’ordine in generale del nostro Paese sono tra le migliori al mondo perché vantano una professionalità e una dedizione al servizio che è la migliore garanzia per la sicurezza dei cittadini.

Lo afferma in una nota Felice ROMANO, Segretario generale del SIULP nel commentare la brillante operazione conclusa dalla questura di Firenze e dal nucleo antiterrorismo nazionale.

Nell’esprimere ringraziamenti e plauso ai colleghi che hanno operato e nel rinnovare la nostra vicinanza e totale sostegno all’amico Mario VECE oltre che sentimenti di profonda e sentita riconoscenza, sottolinea il leader del SIULP, ci auguriamo che ora le maglie troppo large dei meccanismi della giustizia non consentano a questi soggetti di poter scampare il carcere e, si spera, la immediata ed esemplare pena.

Lo dobbiamo a Mario, ai Colleghi che hanno operato ma soprattutto lo dobbiamo ai cittadini che devono sentirsi tranquillizzati perché sicurezza e giustizia dimostreranno di viaggiare nella stessa direzione e alla stessa velocità. Giacché, diversamente, potrebbe avere ragione chi comincia neanche più tanto velatamente a dichiarare che forse nel nostro Paese l’unica vera giustizia è quella che ognuno si fa da se.

Noi, da servitori dello Stato, siamo convinti di no poiché confidiamo nel sistema della sicurezza e della giustizia che il nostro Paese ha e nella loro capacità di aggiornarsi e di essere all’altezza delle nuove e accresciute sfide che dobbiamo affrontare per la sicurezza dei cittadini e la salvaguardia della democrazia.

Roma, 3 agosto 2017

Chi è online

Abbiamo 47 visitatori e nessun utente online

Convenzioni

Convenzioni Siulp

modello 730

futura vacanze

Fondazione Sicurezza e Libertà

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie