Highlights
(Feb 18, 2018)
Il rapporto tra Polizia di Stato e giovani diventa “smart” con “YOU POL”, l’app per segnalare in tempo reale al 113 episodi di bullismo e di spaccio di stupefacenti. Read more...
   |    (Nov 06, 2017)
Forti delle recenti e trascorse esperienze formative sulla comunicazione tenute presso il Centro Studi CISL di Firenze che hanno riscontrato un elevato indice di gradimento tra i partecipanti, come già anticipato per le vie brevi, viene confermato il Seminario formativo che si terrà il 14 novembre 2017. Read more...
   |    (Giu 14, 2017)
Via il sovrapprezzo su sms, chiamate e navigazione sul web. Viaggiare in Europa o stare a casa da questo punto di vista non avrà differenze. Da giovedì 15 giugno sarà così per l’addio ai sovrapprezzi legati al roaming . Read more...
   |    (Feb 05, 2017)
Le principali novità contenute nel modello REDDITI/2017 e approvato definitivamente il 31 gennaio 2017 con Provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate, sono le seguenti: Read more...
   |    (Mar 08, 2016)
Dal 1986 sono diventate oltre 14 mila le poliziotte italiane, impegnate in prima linea nella prevenzione dei reati in genere e nel contrasto alla criminalità comune ed organizzata. Read more...
   |   

POLIZIOTTI AGGREDITI: SIULP, solidarietà al collega gravemente ferito ma ora governo intervenga urgentemente per evitare rischio che città cadano in mano a criminali e balordi.

L'ennesima aggressione a poliziotti in servizio di volante da parte di pregiudicati violenti e forti di una ormai consolidata e confermata impunità, questa volta è toccato ai Colleghi di Sanremo con il fermento dei componenti dell'unica Volante presente per effetto dei gravissimi tagli operati sul comparto sicurezza, è un fatto di inaudita gravità che richiede un intervento urgente da parte del governo per arrestare quello che ormai sembra un copione, collaudato e premeditato da parte di un'unica regia, finalizzato a dimostrare che il controllo delle nostre città è, ormai, in mano ai balordi perché lo Stato non è più in grado di affermare la legge e la legalità per garantire la sicurezza non solo ai cittadini, ma nemmeno più alle Forze di polizia.

È quanto afferma Felice ROMANO, Segretario generale del SIULP, nel commentare la grave aggressione subita dai poliziotti di Sanremo ad opera di tre immigrati, uno dei quali arrestato e condannato a 10 mesi di reclusione ma già in libertà con il solo obbligo di firma.

Esprimo solidarietà e totale vicinanza al nostro Collega, che a seguito di questa ennesima brutale aggressione - come oramai registriamo quotidianamente in tutte le città - ha dovuto subire l'asportazione della milza e non si sa ancora quale altro danno riporterà, ma lancio un grido di allarme affinché il Governo ascolti le nostre ragioni e intervenga immediatamente per evitare questo stillicidio che sta terrorizzando i cittadini e demotivando gli appartenenti alle Forze di polizia.

Poche settimane, a conferma dell'allarme che voglio lanciare per avere un intervento urgente, sottolinea il leader del Siulp, voglio ricordare che in una città del nord, apparentemente paciosa e non pericolosa, circa 40 immigrati ubriachi, molti anche clandestini e pregiudicati, hanno aggredito le due volanti in servizio costringendole alla ritirata e prendendo letteralmente il controllo dell'intera città.

Un fatto gravissimo che non ha avuto ulteriori e più gravi conseguenze, oltre ai danni a cose, solo per pura fortuna. E allora, incalza Romano, se le norme attuali non consentono di lasciare in carcere coloro che aggrediscono chi rappresenta lo Stato e in suo nome è titolato ad usare la forza per garantire l'ordine e la sicurezza pubblica considerato che l'aggressione di Sanremo nonostante la condanna è già fuori solo con l'obbligo di firma, è necessario ed urgente intervenire con nuove norme che prevedano aggravanti specifiche e con pene elevate a carico di chi aggredisce le Forze di polizia per sottrarsi all'arresto o per darsi alla fuga dopo aver commesso un reato.

Ciò è necessario, chiosa il sindacalista, non solo e non tanto per la sicurezza dei poliziotti, ma lo diviene soprattutto per la sicurezza dei cittadini e la salvaguardia della sovranità dello stato democratico che, diversamente sarà vittima è ostaggio della violenza bieca e inaudita di questi delinquenti che si sentiranno sempre più tutelati e assolti dalla totale impunità nel non rimanere in carcere.

Ecco perché, prima di attivare una forte e generale protesta in tutte.

Le città italiane, aspettiamo un immediato e concreto segnale dall’esecutivo.

Roma 22 agosto 2017

Chi è online

Abbiamo 46 visitatori e nessun utente online

Convenzioni

Convenzioni Siulp

modello 730

futura vacanze

Fondazione Sicurezza e Libertà

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie