Highlights
(Mag 18, 2018)
Risulta a questa O.S. che nel territorio nazionale detto cumulo di indennità sia regolarmente riconosciuto al personale in organico a taluni Compartimenti che si trova ad operare in condizioni che vedono coniugate le esigenze di ordine e pubblica sicurezza (nel rispetto di tutte le condizioni necessarie al riconoscimento dell’emolumento) con quelle di vigilanza scalo. Read more...
   |    (Feb 18, 2018)
Il rapporto tra Polizia di Stato e giovani diventa “smart” con “YOU POL”, l’app per segnalare in tempo reale al 113 episodi di bullismo e di spaccio di stupefacenti. Read more...
   |    (Nov 06, 2017)
Forti delle recenti e trascorse esperienze formative sulla comunicazione tenute presso il Centro Studi CISL di Firenze che hanno riscontrato un elevato indice di gradimento tra i partecipanti, come già anticipato per le vie brevi, viene confermato il Seminario formativo che si terrà il 14 novembre 2017. Read more...
   |    (Giu 14, 2017)
Via il sovrapprezzo su sms, chiamate e navigazione sul web. Viaggiare in Europa o stare a casa da questo punto di vista non avrà differenze. Da giovedì 15 giugno sarà così per l’addio ai sovrapprezzi legati al roaming . Read more...
   |    (Feb 05, 2017)
Le principali novità contenute nel modello REDDITI/2017 e approvato definitivamente il 31 gennaio 2017 con Provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate, sono le seguenti: Read more...
   |   

Non esiste più alcuno spazio esterno esclusivo, porte di accesso e finestre degli uffici siti a pianterreno sono a diretto contatto con il passaggio di chiunque e chiaramente oltre a venir meno la naturale riservatezza di una organizzazione viene messa a rischio evidente l’incolumità degli operatori della Polizia Ferroviaria come dell’intera struttura.

OGGETTO: Compartimento Polfer Toscana di Firenze.

                    Nuovi gate - Gravi problemi di sicurezza.

 

Al Ministero dell'Interno - Dipartimento della P.S. - Servizio Polizia Ferroviaria - Roma

Al Dirigente il Compartimento Polizia Ferroviaria - Firenze

E, p.c.

Al Prefetto di Firenze

Al Questore di Firenze

Con grande pubblicità sui media locali è stata declamata la chiusura del libero accesso ai binari della Stazione fiorentina di Santa Maria Novella attraverso la predisposizione di gate e controllo biglietti al fine di contrastare fenomeni di evasione del biglietto, accattonaggio e furti.

Tale progetto ha previsto anche la modifica del camminamento da e per la rampa di piazzale Montelungo, anche per chi è senza biglietto, ma la “scorciatoia” individuata per chi vuole arrivare in centro ora sbuca in via Valfonda, passando dietro alla sede della Polfer (e non più lungo il binario 16).

Purtroppo la predisposizione dei varchi, di per sé opportuna, è andata a coinvolgere la sicurezza degli uffici del Compartimento Polizia Ferroviaria e Settore Operativo considerato che quella che era una strada privata con accesso esclusivo, delimitato da un portone carraio, per gli addetti ai lavori è stato trasformato in un percorso pubblico alternativo e di libera circolazione per chiunque.

Il tanto declamato problema sicurezza è stato spostato dai binari della stazione direttamente agli uffici della Polizia Ferroviaria… organismo già decisamente impegnato nel contrasto di attività illecite.

Infatti dal 14 febbraio scorso quello che in realtà era un cortile privato e chiuso al pubblico, con parcheggio dei veicoli di servizio e privati del personale, con ingresso interno agli uffici del Compartimento, del Settore Operativo, della Polizia Giudiziaria, oggi vede passare migliaia di persone al giorno tra pendolari, semplici turisti e comitive, comprese tutte quelle singolari figure che nell’ordinario si aggirano intorno alle stazioni ferroviarie ed oggi sostano tranquillamente davanti all’ingresso di servizio della Polfer.

Non esiste più alcuno spazio esterno esclusivo, porte di accesso e finestre degli uffici siti a pianterreno sono a diretto contatto con il passaggio di chiunque e chiaramente oltre a venir meno la naturale riservatezza di una organizzazione viene messa a rischio evidente l’incolumità degli operatori della Polizia Ferroviaria come dell’intera struttura.

Premesso quanto precede, il Siulp ritiene tale impostazione gravissima per l’incolumità del personale, per la necessaria riservatezza delle operazioni di polizia nonché per l’Istituzione Polizia di Stato e si sollecita senza ritardo un intervento che riporti alla situazione preesistente cui probabilmente soltanto un po’ di buon senso dei responsabili del progetto avrebbe potuto evitare di modificare.

Cordiali saluti.

Firenze, 17 febbraio 2018                  Il Commissario Straordinario

Chi è online

Abbiamo 115 visitatori e nessun utente online

Convenzioni

Convenzioni Siulp

modello 730

futura vacanze

Fondazione Sicurezza e Libertà

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie