Highlights
(Feb 18, 2018)
Il rapporto tra Polizia di Stato e giovani diventa “smart” con “YOU POL”, l’app per segnalare in tempo reale al 113 episodi di bullismo e di spaccio di stupefacenti. Read more...
   |    (Nov 06, 2017)
Forti delle recenti e trascorse esperienze formative sulla comunicazione tenute presso il Centro Studi CISL di Firenze che hanno riscontrato un elevato indice di gradimento tra i partecipanti, come già anticipato per le vie brevi, viene confermato il Seminario formativo che si terrà il 14 novembre 2017. Read more...
   |    (Giu 14, 2017)
Via il sovrapprezzo su sms, chiamate e navigazione sul web. Viaggiare in Europa o stare a casa da questo punto di vista non avrà differenze. Da giovedì 15 giugno sarà così per l’addio ai sovrapprezzi legati al roaming . Read more...
   |    (Feb 05, 2017)
Le principali novità contenute nel modello REDDITI/2017 e approvato definitivamente il 31 gennaio 2017 con Provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate, sono le seguenti: Read more...
   |    (Mar 08, 2016)
Dal 1986 sono diventate oltre 14 mila le poliziotte italiane, impegnate in prima linea nella prevenzione dei reati in genere e nel contrasto alla criminalità comune ed organizzata. Read more...
   |   

Impiego del personale, violazioni contrattuali conseguenti alle pressanti richieste del Compartimento Polizia Stradale che non sono più tollerabili senza un adeguato turn-over e maggiori risorse.

 

Dirigente Compartimento Polizia Stradale Toscana FIRENZE

e, p.c. MINISTERO DELL’INTERNO

Dipartimento della Pubblica Sicurezza Direttore Servizio Polizia Stradale ROMA

MINISTERO DELL’INTERNO

Direttore Ufficio Relazioni Sindacali ROMA

Sig.Questore LUCCA

Dirigente Sezione Polizia Stradale LUCCA

Alla Segreteria Nazione S.I.U.L.P. ROMA

Alla Segreteria Regionale S.I.U.L.P. Toscana FIRENZE

Oggetto: violazioni contrattuali e gestione delle risorse - richiesta chiarimenti.

Con la presente questa Segreteria chiede alla S.V. chiarimenti urgenti circa le continue violazioni contrattuali conseguenti alle richieste di impiego provenienti da codesto Compartimento, dei dipendenti della Sezione Polizia Stradale di Lucca e dei Reparti distaccati.

Da mesi oramai assistiamo a continui e reiterati ordini d’impiego del personale in totale dispregio di quanto previsto dai vigenti accordi contrattuali.

Come lei ben saprà viviamo un momento estremamente critico per tutti gli apparati dello Stato che non può non riversarsi negativamente anche sulle sue articolazioni periferiche che pagano ancor di più la carenza di risorse umane e di mezzi.

La Sezione di Lucca poi, sembra “dimenticata da Dio” visto che da oltre 10 anni non vi è stato nessun turn-over degli operatori e nessuna nuova assegnazione a fronte dei numerosi pensionamenti e dell’invecchiamento dell’età media degli appartenenti. La sensazione è che si stia attuando da parte dell’Amministrazione, una gestione totalmente autoreferenziale che tiene conto unicamente di visioni desuete, inefficaci e inapplicabili con le specifiche dei tempi odierni.

Proprio in un momento drammatico come questo, dove le risorse dovrebbero essere gestite con la massima attenzione e oculatezza, vediamo inviati a scortare manifestazioni ciclistiche - di una qualche valenza sociale ma di insignificante valenza sul piano della sicurezza - poliziotti comandanti addirittura in servizi moto-montati in dispregio delle disposizioni ministeriali e addirittura in un periodo di “allerta meteo” e “allerta terremoto”.

Preferiamo pensare che questa sia stata una gestione poco accorta piuttosto che incapace, giacché nel primo caso può essere corretta mentre l’incapacità dopo molti anni soprattutto, rimane spesso inguaribile. Il tempo e le future determinazioni chiariranno i nostri dubbi.

Come se non bastasse vediamo programmare servizi “compartimentali” su piani stilati con criteri vecchi di oltre 20 anni dai quali conseguono pattuglie assolutamente superflue ed inutili comandate a vigilare tratti di viabilità quasi disabitati per di più di lunedì notte quando ad esempio, sul monte Quiesa è chiusa pure la sexy-disco Gilda!

A questo si aggiungano i servizi “speciali” che vengono ordinati solo ed unicamente per produrre numeri e non risultati concreti. Quello che possiamo costatare è che TUTTI i servizi comandati dal Compartimento servono solo ed unicamente a fare statistiche, a fare numeri e non a creare un vero aumento della sicurezza della circolazione e dei cittadini i quali - soprattutto su Lucca - si sentono sempre più abbandonati.

Riteniamo assurdi gli impieghi del personale al di fuori delle proprie zone di competenza e su zone od orari che per la viabilità non presentano alcuna o scarsissime necessità di vigilanza.

Così come riteniamo assurdi i servizi predisposti per il carnevale di Viareggio che vedono impiegate pattuglie che necessitano di oltre un’ora per raggiungere il luogo di servizio limitando quindi la loro efficacia reale a meno di 4 ore con un impiego di risorse economiche ingiustificabile.

Giungendo sul posto addirittura quando la manifestazione è già terminata! Alla gestione assolutamente non condivisibile e degna di severa censura delle risorse, si aggiunge la continua e reiterata violazione contrattuale a seguito di un atteggiamento dirigenziale che in pochi mesi ha cancellato con un colpo di spugna oltre 30 anni di attività sindacale che nel tempo ha prodotto non perfetti ma perfettibili accordi.

Come l’Accordo Nazionale Quadro, la Contrattazione Decentrata e gli Accordi in Deroga, ignorati come se fossero carta straccia. Tutt’ora i dipendenti vengono continuamente impiegati in servizi improvvisati, vengono programmate pattuglie con tre operatori, vengono variate le tipologie di servizio dalle programmazioni settimanali senza motivazioni e senza spiegazioni, vengono continuamente modificate disposizioni senza attagliare le nuove alle vigenti normative.

Anche per quanto riguarda la sicurezza sui luoghi di lavoro manca un’uniformazione a livello Compartimentale con i Reparti che si trovano di conseguenza, per alcune tematiche, ad agire come se fossero pianeti diversi.

Per sopperire alle richieste compartimentali che - ci ripetiamo, se non fosse stato chiaro - VENGONO CALATE DALL’ALTO SENZA NESSUNA VERIFICA CIRCA L’EFFICACIA E LA FATTIBILITA’ DELLE STESSE IN RELAZIONE ALLE VIGENTI NORMATIVE, vengono continuamente impiegati i dipendenti in violazione degli accorti siglati tra Sindacati e Amministrazione. VIOLANDO ADDIRITTURA I DIRITTI ATTRIBUITI A QUEI DIPENDENTI CHE FANNO PARTE DI UNA FASCIA PARTICOLARMENTE DELICATA COME I GENITORI UNICI MONO AFFIDATARI, LE COPPIE CHE LAVORANO NELLO STESSO REPARTO CON FIGLI PICCOLI, LE MADRI IN ALLATTAMENTO, I DESTINATARI DELLA LEGGE 104/92 ECC.

La parola d’ordine è: pattuglie! Non efficacia, non efficienza, non produzione di sicurezza concreta, non rispetto dei diritti dei lavoratori. Ma sempre e solo: pattuglie! In questi giorni come abbiamo detto è iniziato il carnevale di Viareggio, una manifestazione che richiama centinaia di migliaia di visitatori presso quella città e che comporta di conseguenza un impiego straordinario di uomini e mezzi, per tentare almeno di garantire la sicurezza della circolazione a livelli accettabili.

Ebbene nessuna informazione è giunta alle OO.SS., che avrebbero avuto la possibilità di coadiuvare l’organizzazione dei servizi salvaguardando tanto il necessario impiego del personale quanto l’imprescindibile tutela dei diritti dello stesso.

Tra poco la tornata elettorale richiederà ulteriore concentrazione di energie e risorse per il mantenimento della sicurezza ed anche in questo caso, temiamo, non saremo coinvolti a dare il nostro contributo. Un ulteriore inciso.

Sarebbe oltremodo opportuno che Lei rammentasse ai suoi dipendenti che il regolamento di servizio prevede che il “lei” sia reciproco e che non possa essere tollerata la minaccia della disciplina per un tentativo - sicuramente frustrato - di soggiogamento dei sottoposti alle istericità dei superiori gerarchici che in nessuna occasione devono gridare in faccia ai dipendenti, ledendone l’onore e il decoro, senza pensare che non venga richiesta come previsto dalla Legge, la punizione del responsabile.

Non avremmo voluto e soprattutto non avremmo creduto dover riparlare in questi toni che riportano questa O.S. ad una gestione delle problematiche che riguardano il personale ai primi anni ’80 quando aveva appena avuto inizio la sindacalizzazione e esistevano all’interno dell’Amministrazione resistenze alla fruizione dei diritti dei lavoratori di Polizia.

E’ chiaro che non ci stiamo, non ci possiamo stare, alla contrazione di tali diritti oramai sanciti da Leggi e contrattazioni nazionali e decentrate. Non si meravigli se saranno prese decisioni unilaterali su un fronte non aperto e non voluto da noi in una situazione che giudichiamo intollerabile. Ed è proprio in virtù di questo che richiediamo URGENTI chiarimenti circa le reiterate violazioni contrattuali, onde evitare il ricorso alle Autorità competenti. Si inviano cordialità.

Lucca, 4 gennaio 2013            Il Segretario Provinciale Domenico Lombardi

Chi è online

Abbiamo 51 visitatori e nessun utente online

Convenzioni

Convenzioni Siulp

modello 730

futura vacanze

Fondazione Sicurezza e Libertà

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie