Highlights
(Feb 18, 2018)
Il rapporto tra Polizia di Stato e giovani diventa “smart” con “YOU POL”, l’app per segnalare in tempo reale al 113 episodi di bullismo e di spaccio di stupefacenti. Read more...
   |    (Nov 06, 2017)
Forti delle recenti e trascorse esperienze formative sulla comunicazione tenute presso il Centro Studi CISL di Firenze che hanno riscontrato un elevato indice di gradimento tra i partecipanti, come già anticipato per le vie brevi, viene confermato il Seminario formativo che si terrà il 14 novembre 2017. Read more...
   |    (Giu 14, 2017)
Via il sovrapprezzo su sms, chiamate e navigazione sul web. Viaggiare in Europa o stare a casa da questo punto di vista non avrà differenze. Da giovedì 15 giugno sarà così per l’addio ai sovrapprezzi legati al roaming . Read more...
   |    (Feb 05, 2017)
Le principali novità contenute nel modello REDDITI/2017 e approvato definitivamente il 31 gennaio 2017 con Provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate, sono le seguenti: Read more...
   |    (Mar 08, 2016)
Dal 1986 sono diventate oltre 14 mila le poliziotte italiane, impegnate in prima linea nella prevenzione dei reati in genere e nel contrasto alla criminalità comune ed organizzata. Read more...
   |   

La Corte Costituzionale dovrà pronunciarsi sulla legittimità del pagamento dilazionato del TFS

 Il Tfr avendo natura di retribuzione, seppure differita, deve essere pagato tempestivamente, solo così potendosi «configurare la sua adeguatezza e sufficienza».

Leggi tutto...

Titolo accademico, solo per alcuni e non per tutti?!

Se il titolo è strettamente legato al possesso di una laurea, indipendentemente dalla sua durata e dalla sua natura, l’occasione offre lo spunto per interrogarsi sulla legittimità della norma interna che precluderebbe tale possibilità al personale di tutti i ruoli, posto che a nostro parere il testo della testé citata norma consente a chiunque sia in possesso della laurea di potersi fregiare del titolo di dottore.

Leggi tutto...

Non è lecito scattare fotografie di nascosto

Non è lecito scattare foto di nascosto Per la Suprema Corte può arrecare molestia chi riprende di nascosto, anche se la persona offesa non si accorge di nulla, in quanto l'art. 660 c.p. tutela la tranquillità pubblica ed è idoneo a sanzionare il comportamento di chi riprende o scatta con il cellulare alcune e sporadiche fotografie senza il consenso del soggetto ripreso.

Leggi tutto...

Ticket restaurant in sede disagiata

Un nostro affezionato lettore ci chiede informazioni in ordine alla possibilità di erogare il ticket restaurant al personale impiegato in servizi di istituto in località di preminente interesse operativo.

Leggi tutto...

Funzioni degli Ispettori e attribuzioni di “Sostituto Ufficiale di P.S.”

Sono stati rappresentati dubbi e incertezze rispetto alle attribuzioni di Sostituto Ufficiale di Pubblica Sicurezza per le ultime qualifiche del ruolo degli ispettori.

Leggi tutto...

La presenza di un tatuaggio non costituisce causa automatica di esclusione dal concorso

Il Tar Lazio, con la sentenza del 6 giugno 2017, n. 6616, ha dichiarato illegittima l'esclusione di un candidato dal concorso nelle forze armate per la presenza di un tatuaggio.

Secondo il Consesso Amministrativo, l'esclusione dell’aspirante dai concorsi nelle forze armate e di polizia per la presenza di un tatuaggio, deve essere valutata caso per caso anche in relazione alla forma ed alle dimensioni, nonché all’oggetto dello stesso.

Nella sentenza si legge: “…vero è che la presenza di un tatuaggio è circostanza neutra ai fini della idoneità o meno al reclutamento nell’Arma dei carabinieri; nondimeno occorre valutare caso per caso, al fine di verificare se detto tatuaggio possa comunque rappresentare, se non un indice di abnormità della personalità, comunque un motivo di non decoro per il Corpo militare, tale da determinare un giudizio di non idoneità” ( Cons. St., Sez. IV, 26 settembre 2013, n. 4814).

In altre parole le previsioni del bando circa la presenza di tatuaggi negli aspiranti devono essere declinate secondo criteri di ragionevolezza, adeguatezza e proporzionalità, tenuto conto sia della collocazione del tatuaggio sia delle sue caratteristiche e, con riferimento al caso di specie, avendo altresì riguardo al fatto che lo stesso è stato, praticamente, rimosso con la tecnica laser.

Il ricorrente era stato escluso dal concorso per il reclutamento di 602 allievi carabinieri effettivi riservato ai volontari delle forze armate in ferma prefissata di un anno o quadriennale ovvero in rafferma annuale per la presenza di un tatuaggio in regione gamba destra, visibile con l'uniforme.

Roma, 3 marzo 2018                     La Segreteria Nazionale

Sottocategorie

Chi è online

Abbiamo 40 visitatori e nessun utente online

Convenzioni

Convenzioni Siulp

modello 730

futura vacanze

Fondazione Sicurezza e Libertà

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie